VERO O FALSO?

Quando si parla di alimentazione ognuno dice la sua. I consigli in questo campo si sprecano, supportati spesso da credenze popolari che sono diventate, nell’opinione di molti, delle certezze. L’interesse nel campo dell’alimentazione è grandissimo tuttavia restano tanti falsi miti difficili da abbattere. Ecco allora alcuni falsi luoghi comuni che possono condizionare i nostri comportamenti alimentari, a volte anche con gravi conseguenze per la salute. PER DIMAGRIRE BISOGNA ELIMINARE COMPLETAMENTE I GRASSI: FALSO. I grassi vanno tenuti sotto controllo, specialmente quelli di origine animale, ma non vanno mai eliminati in quanto essenziali per l’assorbimento delle proteine liposolubili e per il sistema nervoso. I grassi, in una alimentazione equilibrata, devono rappresentare il 25-30% delle calorie assunte giornalmente, preferendo sempre in cucina il nostro sano olio extravergine d’oliva. L’ANANAS BRUCIA I GRASSI: FALSO. L’ananas non brucia i grassi. Può essere consigliato come un piacevole fine pasto nelle diete dimagranti perché ha sicuramente meno calorie di una fetta di torta, ma non fa nessun miracolo contro i grassi ed è un frutto ricco di zuccheri. La bromelina dell’ananas, sostanza antiinfiammatoria ed antiedemigena (attenua la ritenzione idrica), è contenuta principalmente nel suo gambo e non nella polpa commestibile. IN GRAVIDANZA BISOGNA MANGIARE PER DUE: FALSO. Questo detto deriva dal passato, quando il cibo spesso era scarso ed era indispensabile privilegiare l’alimentazione delle gestanti. Oggi in gravidanza va soprattutto tenuto conto della scelta dei cibi, mantenendo un’alimentazione varia e ricca di tutte la sostanze nutritive. Inoltre va fatta attenzione ad aumenti di peso eccessivi che potrebbero apportare problemi per la salute sia della madre che del nascituro. MEGLIO LA MARGARINA PERCHE’ E’ UN GRASSO VEGETALE: FALSO. L’utilizzo del burro va limitato in quanto contiene grassi saturi di origine animale. E’ però sempre da preferirsi alla margarina prodotta con grassi vegetali che, essendo liquidi in natura, devono subire un processo di idrogenazione per esser resi solidi. I grassi trans idrogenati prodotti sono da evitare perché provocano un aumento nel sangue di colesterolo LDL ‘cattivo’ e una diminuzione di quello HDL cosiddetto ‘buono’. L’ACQUA BEVUTA AI PASTI FA INGRASSARE: FALSO. L’acqua non fa mai ingrassare né bevuta ai pasti né bevuta lontano dal pranzo e dalla cena. Durante un regime dietetico si consiglia spesso di bere 1 o 2 bicchieri d’acqua prima dei pasti principali per il suo effetto leggermente saziante. LO ZUCCHERO DI CANNA E’ MEGLIO DI QUELLO BIANCO: FALSO. Come lo zucchero di barbabietola, anche lo zucchero di canna è saccarosio, un disaccaride formato da due molecole, una di fruttosio e una di glucosio. Non c'è nessuna differenza tra zucchero di barbabietola e zucchero di canna per ciò che concerne la struttura chimica, le calorie e l'impatto metabolico sull'organismo, tessuto adiposo compreso. Lo zucchero di barbabietola e lo zucchero di canna hanno anche indice glicemico identico. L’uno e l’altro quindi presentano caratteristiche nutrizionali e caloriche molto simili, quello che varia è solo l’aspetto e il gusto. LA FRUTTA VA MANGIATA CON LA BUCCIA PER NON PERDERE LE VITAMINE: FALSO. I principi nutritivi della frutta sono contenuti nella polpa in quanto è qui che vengono sintetizzati. La buccia contiene le fibre di tipo cellulosico che non vengono digerite e vengono espulse con le feci. E’ comunque consigliabile, quando è possibile, sbucciare la frutta per essere sicuri di non ingerire residui di sostanze chimiche utilizzate nella coltivazione e nella conservazione. LA CARNE ROSSA FA BUON SANGUE: FALSO. Il contenuto di Ferro nelle carni bianche è simile a quello della carne bovina. La carne di tacchino è molto ricca in Ferro ed ha poca presenza di tessuto connettivo, mentre quella di pollo contiene pochi grassi e calorie, se si elimina la pelle. Le carni bianche sono povere di grassi saturi, e ricche in grassi mono e polinsaturi. La quantità di grassi totali contenuti vanno da 1 a 6 gr per 100 gr di prodotto, a seconda delle parti utilizzate. Le carne bianca come pollo, tacchino, vitello e coniglio è quindi da preferirsi alla carne rossa perché presenta un contenuto più limitato in grassi ed è ricca di sali minerali. I PRODOTTI BIOLOGICI FANNO DIMAGRIRE: FALSO. I prodotti biologici possono essere preferibili a quelli tradizionali per alcuni aspetti, come quello della sicurezza rispetto a sostanze chimiche utilizzate nelle coltivazioni o negli allevamenti. Non sono però dietetici e anzi, per sopperire a volte all’assenza di determinati aromi c’è il rischio di trovare un contenuto più alto di grassi e zuccheri. Anche per questi prodotti è sempre consigliabile quindi controllare le etichette. SALTARE I PASTI FA DIMAGRIRE: FALSO. Niente di più sbagliato. Quando non si mangia il corpo entra in uno stato di ‘allarme’ e il metabolismo rallenta, va a risparmio energetico e si prepara ad assimilare di più. Inoltre saltare il pasto vuol dire arrivare ancora più affamati al pasto successivo e a non riuscire a controllarsi nell’assunzione di alimenti particolarmente calorici. Non bisogna quindi saltare i pasti, soprattutto la colazione, il primo della giornata dopo tante ore in cui il corpo resta a digiuno. E’ interessante ricordare che la dieta ‘ingrassante’ dei lottatori di Sumo prevede proprio di saltare la colazione!

Dott.ssa Francesca Giardini

NEWSLETTER

Inserisci nel campo sottostante il tuo indirizzo eMail per essere sempre aggiornato su news e ricette!


Leggi l'informativa sulla privacy

2020 - Privacy Policy e Cookie policy C.F. GRDFNC66A44H199I - Iscritta all’ordine nazionale dei biologi n AA066979 |